domenica 7 maggio 2017

Compagni di viaggio

Poco prima di andarsene Dario mi ha detto: avevo paura della malattia e della morte, le ho affrontate e ho vinto. Posso andare tranquillo. Adesso tocca a te affrontare la tua paura più grande: restare da sola. Anche tu dovrai vincere la tua paura.
Oggi mi sono accorta che la mia solitudine non è più così amara. E' diventata una buona compagna. So sempre dove sono con lei. Mi permette di fare molte cose, soprattutto mi ha dato il tempo e lo spazio di sanare alcune ferite, di scoprirne altre, di imparare a viverci assieme. Mi ha insegnato a bastare a me stessa. Mi ha insegnato ad affrontare il dolore, la perdita, il vuoto... Tra poche settimane mi regalerà un ritiro. E' una compagna generosa.
Quindi immagino che, avendola riconosciuta per quello che è, un'amica, alla fine del mio premio, il ritiro, dovrò abbandonarla e rientrare nel mondo.
Dovrò trovare un modo per restare con lei in mezzo agli altri.
I compagni di viaggio sono le persone, o le forze che ci fanno crescere. Quando hanno svolto la loro funzione, ci hanno resi più forti, se ne vanno. Per lasciare il posto alle sfide successive. Ai nostri nuovi compagni di viaggio.
Chi saranno o meglio, cosa saranno i miei nuovi compagni di viaggio?
Credo di saperlo, ma potrò esserne sicura solo quando il nuovo viaggio inizierà.

Buona domenica, con affetto
Niki

Nessun commento:

Posta un commento