sabato 1 aprile 2017

...urge spiegazione

Dai commenti sia privati che pubblici vedo che c'è un'enorma confusione su cosa sia un ritiro e a cosa serva e anche un po'di paura.

Noi viviamo in un mondo che ci dà continuamente stimoli, sia negativi che positivi. E la nostra mente si è adeguata, per cui è sempre molto agitata. Fate una prova. Andate in giardino, o in bel posto tranquillo, e ascoltate la vostra mente. Limitatevi a guardare i pensieri che la attraversano nell'arco di 15 minuti. Vi accorgerete che la vostra mente, in quei 15 minuti, ha continuato a vorticare su mille pensieri. Non si è mai fermata.
Non si è mai riposata.
Poi provate a fare un altro esercizio. Questa volta durante una giornata normale, è un esercizio molto più difficile ma se ci riuscirete sarà molto interessante. Cercate di capire che motivazioni ci sono dietro alle vostre azioni. Le motivazioni vere, non quelle apparenti. Che ne so, perché avete detto la tal cosa al tale amico? Veramente volevate solo aiutarlo...non è che dietro c'era anche l'irritazione che le sue continue lamentele (per motivi futili) vi fanno venire di tanto in tanto? Vi siete comperate il gelato perché ne avevate voglia o perché state collassando sotto la pressione della vita che fate? E così via.
Vi accorgerete che molto raramente sappiamo quali sono le vere motivazioni delle nostre azioni.
Partendo da questi due assunti, che la nostra mente è sempre oberata da una massa brulicante di pensieri e che raramente conosciamo le ragioni profonde delle nostre azioni, per essere sicuri di aiutare davvero gli altri, di avere veramente una vita ricca di significato e generosa... non credete che ogni tanto andrebbe fatta un poca di pulizia?
Il ritiro serve anche a quello (non solo a quello).
Dopo un ritiro la mente è limpidissima. Serena, disponibile, pulita, con motivazioni più chiare e più vere. Essendo più limpida, anche nel lavoro, o nell'aiutare gli altri è molto più efficace.
I ritiri servono a rigenerarsi.
Che aiuto agli altri pensate che si possa veramente dare se si è sempre confusi, agitati, infelici, pieni di pensieri incontrollati e di motivazioni poco chiare? Daremo aiuti confusi, agiati, infelici, pieni di pensieri che non c'entrano niente e con motivazioni poco pulite.
Nella mia povertà e solitudine, ho la grande fortuna di essere padrona del mio tempo. Ed ho deciso di renderlo il più proficuo possibile per me e per gli altri.
Questo ritiro è "il ritiro" della mia vita. Il punto focale, la nuova partenza, il nuovo impegno. Da quando Dario è mancato mi sono trascinata cercando di reagire, cercando di andare avanti, cercando di fare del mio meglio. Alcune cose le ho fatte bene, altre sono state un disastro perché ero confusa. Perché sono confusa. Perché sto ancora molto male.
Il ritiro serve a pulirmi la mente. A renderla più stabile. Più generosa, più compassionevole, più saggia.
Ognuno di noi ha i suoi parametri di vita. Per me questo è il modo migliore per spendere il mio tempo adesso. L'anno prossimo, probabilmente, userò il mio tempo in modo diverso, ma adesso la cosa giusta da fare è questa. E la farò.
Accetto con gioia i vostri auguri e vi ringrazio! Ma non abbiate paura, non è terribile, non è inutile, non è una fuga. E' un nuovo inizio.
Con amore
Niki

Nessun commento:

Posta un commento