lunedì 17 ottobre 2016

Il Suono dei Ricordi

A volte un profumo. un colore, una ricetta su cui sto lavorando, mi riportano la voce di Dario, la sua risata, le sue battute, la sua saggezza.
Quasi lo sento, il suono della sua voce. Sento il suo odore di pulito, l'aroma sottile del suo dopobarba. Mi viene la tentazione di girarmi di scatto, perché sono sicura che lui è lì, vicino a me.
Ma non lo faccio.
Per non vedere il vuoto.
Rimango, con le lacrime che mi scendono lente dagli occhi, ad ascoltare il suono dei ricordi. Che non si affievoliscono, ma diventano sempre più vivi con passare del tempo. E mi fanno apprezzare, con la loro nitidezza, quello che ho vissuto.
Forse un giorno riuscirò a superare questo dolore. Forse.

Nessun commento:

Posta un commento