giovedì 5 maggio 2016

L'Ultima Volta

E oggi la decisione è presa.

In questi anni ho cercato di condividere le informazioni con voi, di fare, come si diceva ai miei tempi, controinformazione.
Ogni volta che leggevo una cosa tremenda che i nostri governi ci stanno infliggendo senza che noi battiamo ciglio, non riuscivo a trattenermi e ne parlavo. Non perché fossi arrabbiata, ma perché sono preoccupata.
Personalmente, se le cose qui dovessero precipitare, la soluzione ce l'ho: mi ritiro in qualche buco in Asia a meditare e sono tranquilla per quello che mi resta da vivere.
Vivo con poco qui...immaginate in una capanna in Asia... :)
Mi preoccupo per voi che siete bloccati qui, per i ragazzi, per i bambini che nasceranno...per il mondo che gli stiamo creando con la nostra inerzia: una vita di schiavitù di debiti e di miseria morale e materiale.

Però, in un piano dell'esistenza caratterizzato dall'impermanenza, arriva la fine per tutto.
Oggi è arrivata la fine dei miei post di controinformazione.
A pochi giorni dalla partenza per il ritiro, mi sono resa conto che è arrivato veramente il momento di girare pagina.
Questa volta davvero.
Energie ne ho poche. Cassandra ha fatto abbastanza, può ritirarsi. E lasciare il posto ad una piccola donna che divide il tempo tra lavoro (al computer e in cucina), pratica e qualche amico. Che scriverà ancora post che parlano di tante cose. Ma nella sfera personale, o del lavoro.
Diciamo che oggi muore una parte di me.
Quella che per tutta una vita ha cercato la giustizia terrena, che non esiste.


Nessun commento:

Posta un commento