domenica 27 marzo 2016

Niente sogni. Solo mete da raggiungere.

L'idea che abbiamo del sogno è un qualche cosa di bello, soffice, pulito. Per questo i politici ci hanno rintronato per anni coi loro sogni. Anche perché il loro "dream" presupponeva che, per la vita reale, quello che dicevano fosse troppo bello per essere vero.
Ci invogliavano con l'immagine ideale dicendoci nel contempo che era irrealizzabile... ma loro condividevano la nostra speraza erano come noi, lavoravano per noi... Sogno con voi! Votatemi!
E intanto, coi loro "sogni" il mondo è diventato sempre più brutto.
Leggendo le notizie ogni giorno più cupe, così intrise di trame di sangue e di sopraffazione da non lasciar più capire chi  è dietro a questo o a quello, con l'incessante vendita del falso per vero e del marcio per pulito, mi rimane una sola via di uscita.
Non il cercare una risposta nel sogno mio o di un altro, o nell'affidare il mio futuro e la mia fiducia nelle mani di uno dei tanti sociopatici al potere. O ad un pennivendolo più bravo di un altro.
L'unica scelta che mi rimane è rivolgermi a quello che posso, anche solo in minima parte, perseguire. Non lasciando spazio ai sogni che rendono pigri e che rimandano sempre le cose ad un indistinto e roseo futuro .
L'unica cosa che posso veramente fare, su cui ho davvero potere è cambiare la mia mente e fare quanto più bene possibile.
A modo mio, si intende. Non ho ricette di vita che vanno bene per tutti. Per fortuna.

Nessun commento:

Posta un commento