domenica 8 novembre 2015

Pensieri Sparsi

Sono qui al mio computer alle quattro del mattino perché non riesco a dormire. C'è stato un intoppo nel lavoro, un rallentamento e voi tutti sapete bene che io non posso permettermelo.
Così non dormo.
Scrivo a Selena per un problema tecnico del foundrasing, mi segno una cosa da fare domani (oggi) dopo la prima tazza di tè bollente. E penso.
Penso a questa avventura del GawaWay che Dario mi ha lasciato da far partire. Penso a come è diversa da tutte quelle vissute prima.
E' partita in sordina, con me mezzo impazzita dal dolore che cercavo di tenere la mente concetrata sulle cose da fare. Ha cercato la sua strada di qui e di là un po'a  fatica, prendendo una serie di vicoli ciechi. Ogni tanto mi sono scoraggiata.
Ma è come se GawaWay avesse una sua volontà di vivere che è connessa con me, ma non solo.
Penso a questo intoppo che c'è stato e sono preoccupata, perché per recuperare dovrò lavorare come una matta e non so quanto il fisico regge.
Poi penso che, se in fondo, anche questa è un'avventura l'unico modo di viverla è buttarcisi dentro senza risparmio, senza pensare alla stanchezza, alla paura... ma prendendo ogni giorno come un regalo. Un aspetto della pratica.

Nessun commento:

Posta un commento