sabato 31 ottobre 2015

Tutti parlano di Halloween, alcuni parlano del giorno dei morti

Mamma aveva un'abitudine. Quando andava a letto la sera, visualizzava intorno a lei, in un grande semicerchio, tutte le persone che aveva amato e che se ne erano andate.
E pregava per loro.
Quando parlava della sua morte diceva: voglio essere bruciata e le ceneri buttatele via. Il corpo è come un vestito vecchio che finalmente si abbandona. Non si fanno tante cerimonie per un vestito vecchio e sporco.
Credo che essere cresciuta con lei mi abbia fatto sposare questa attitudine.
Che, per altro, è molto buddhista.
Così non sento nessun desiderio di andare sulle tombe dei miei cari. Non ne ho bisogno. Penso sempre a loro, non li abbandono mai. Prego per loro e dedico a loro le mie pratiche (ma anche a tutti gli esseri senzienti, mie madri).
Il mio amore non ha bisogno di date. O di luoghi.
Finché avrò vita, io li amerò.
E anche oltre la morte, sarò loro sempre grata dell'amore che mi hanno dato e li amerò sempre.

Nessun commento:

Posta un commento