martedì 7 luglio 2015

Il Diario

Eravamo assieme da 15 giorni, Dario ed io, quando il nostro lama decise che sarebbe stato meglio che io andassi in viaggio con lui e con il suo gruppo in Cina, Mongolia esterna e Nepal senza Dario.
Ero terrorizzata. Il mio primo viaggio in Asia... di tre mesi... e andarci senza Dario di cui ero cottissima.
...però ci sono andata ed è stato un bene per vari motivi.
Sapendo che sarei stata quasi sempre in posti da cui sarebbe stato impossibile telefonare, decidemmo insieme che avrei tenuto un diario che al ritorno gli avrei regalato. Un modo per sentirmi vicina a lui.
Mi è servito tantissimo, perché quei tre mesi di viaggio sono stati proprio duri e difficili. Ed al ritorno lui era tutto felice che veramente gli avessi scritto tutti i giorni.
Così, qualche giorno fa, ho ripreso a scrivere un diario nel quale racconto a Dario quello che gli direi se fosse qui con me. Le cose importanti, intendo.
Lo so, questa volta il viaggio lo ha fatto lui, ed è un viaggio dal quale non tornerà. Dovrò raggiungerlo io, chissà quando. Però scrivergli un poco mi conforta. Come quella volta in Mongolia, Cina e Nepal.
So che lui sa cosa mi succede, sono io che ho bisogno di dirglielo. Per sentirmelo vicino. Il mio amore.

Nessun commento:

Posta un commento