giovedì 25 giugno 2015

Il Ritorno della Vagabonda

Una settimana a Monaco con persone speciali ha fatto tornare la vagabonda. Tornare davvero.

Monaco è una bella città. Non è triste come l'Italia. E poi è "altro".
Gli amici sono amici speciali. Non riesco a scrivere di loro. Lo sapete che Dario non voleva che scrivessi di lui. Non posso scrivere di persone che fanno parte della mia cerchia interna. Non ci riesco.
Ho riso, ho pianto, ho condiviso idee, pensieri, progetti, impegni, come non credevo di poter fare mai più.
Ho capito che Dario mi mancherà sempre e che dovrò imparare a vivere con la sua assenza.
Ho capito meglio la strada che percorrerò.
Ho visto un poco tra le nebbie del futuro, come a volte succede alle donne della mia famiglia. E' una strada lunga.
Non è solitaria, perché ci saranno persone come Alessandra, ma non è più la strada di una donna. E' la strada di una praticante. E' una strada che porterà lontano, chissà dove. Una strada che richiede impegno, dedizione, totale abbandono.

La Vagabonda è tornata. Per ripartire.

2 commenti: