lunedì 11 maggio 2015

Anni '70

Ieri notte non riuscivo a dormire.
Ad un certo punto mi è tornata in mente mamma.
La nostra villa, pretenziosa e fredda, sulle colline veronesi, che sia mamma che io detestavamo, aveva una grande scalinata esterna in pietra di Prum. Quella pietra rosea che si usa a Verona per le pavimentazioni esterne.
Quando mamma era stanca o depressa, si sedeva in un angolo della scalinata e guardava il paesaggio che si stendeva ai suoi piedi.
Papà non la vedeva, la Giovanna nemmeno. Solo io sapevo dove si andava a rifugiare. Ma andava bene così.
Una sera d'estate l'avevo raggiunta sulla scalinata e mi ero seduta vicino a lei.
Indossavo uno dei miei improbabili  e romantici completi, coloratissimo, capelli sciolti e sorriso aperto. Lei mi aveva guardata sorridendo, poi mi aveva attirata vicina vicina e mi aveva detto:
Come siete liberi, come siamo liberi. Credo che, nella storia dell'umanità non ci sia mai stato un periodo di tale libertà per la gente comune. Libertà di vivere come ci pare, di vestirci some ci va, di stare con chi ci piace, apertamente, senza ipocrisie o falsi pudori. Goditelo Nicola. Perché io vedo che finirà in un periodo oscuro, di libertà negate. Goditelo finché puoi. La libertà è così preziosa!
E mi aveva abbracciata forte.
Stanotte, tormentata dall'insonnia, ho ripensato a quella sera. A quegli anni. A tutte le follie ingenue della mia adolescenza e giovinezza e mi sono messa a scrivere di quegli anni.
Come eravamo ricchi, senza saperlo. Quante speranze, ideali, idee, pazzie, sogni che avevamo.
Quante cose facevamo. Quante poche regole ci bloccavano. Quante possibilità avevamo. Quanto tempo spendevamo insieme, discutendo, provando, facendo...
Così mi sono ritrovata a scrivere degli amici, delle storie, delle piccole e grandi utopie, degli amori di quegli anni.
Perché, belli o brutti che siano stati, sono stati un periodo speciale, unico, irripetibile: gli anni della mia giovinezza.

4 commenti:

  1. Gli anni 70 Niki.......... Quelle che sono nate dopo non hanno idea.......
    Ade

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Ade, è per quello che mi sono ritrovata a scriverne fino alle 2 di notte! :-)

      Elimina
    2. ...caspita se è vero Niki!...il tempo sembrava molto meno tiranno ed era così semplice sentirsi vicini l'uno con l'altro...

      Elimina
    3. @ Antonella Gamberucci ... si era anche ... giovani! :-)

      Elimina