martedì 31 marzo 2015

Vita nuova... casa nuova.

Insomma è deciso. Anzi, io ho deciso. Cambio casa.
E' la prima volta, da quando sono da sola, che faccio una cosa non trascinata dagli eventi, ma per migliorare la mia vita. Che decido una cosa non per sopravvivere, ma per stare bene. Per far star bene Niki e nessun altro.
Sono terrorizzata. Mi sembra di aver saltato un fosso largo 20 metri.
Stanotte ho sentito sbattere alle mie spalle la porta del passato.
E' finito. Per sempre.
Ed io devo riprendere a vivere, a prendere consistenza. Non più un ombra discreta ma una donna con i suoi chiari e scuri. Devo imparare ad accettare che anch'io ho dei desideri, delle necessità. Devo scoprire nuovi equilibri, nuove storie, nuove felicità. Anche nuove incertezze, nuovi dolori. La vita non è spesso divertente.
La nuova casa è il primo vero passo di questa nuova vita. La mia vita. La vita di Niki.
Ho le vertigini.
Cosa mi aspetta in questa strada che sto cominciando a percorrere? Cosa farò, chi incontrerò?
Imparerò a scegliere quello che è giusto per me. Il mondo è brutale con chi si fa sempre da parte. L'ho imparato in questi mesi.
Dovrò sforzarmi di imparare a stare al centro della mia vita. A pretendere degli spazi. Con gentilezza ed amore. Quello sempre.
... una bella scommessa!
Mi sa che vado a pregare allo Stupa di Zong Rinpoche. Per farmi coraggio.

Nessun commento:

Posta un commento